Stravarganbas 2018 (classifica e foto)

0
1537
Stravarganbas 2018 (classifica e foto)

Nata, forse, come iniziativa estemporanea per promuovere una raccolta fondi, la Stravarganbas ha da subito saputo ritagliarsi il suo spazio nel fitto calendario podistico borgomanerese, registrando sempre altissimi numeri di partecipazione.

Mercoledì 12 settembre è andata in scena l’edizione numero 6 di questa serale di inizio autunno, anche se le temperature di questi giorni facevano sembrare di essere ancora in piena estate. L’organizzazione della SI Sport Santo Stefano di Borgomanero, Vargan Bas in dialetto, ha registrato oltre 670 adesioni: frutto di una buona promozione dell’evento tra i runner ma anche del coinvolgimento di associazioni quali la Cooperativa Elios e UGI (Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini, cui era destinato l’intero ricavato) che hanno richiamato tanti sportivi non abituali, presenti con lo stesso spirito dei più allenati.

La partenza della corsa, slittata di qualche minuto per attendere l’arrivo del minigiro, è stata preceduta da un momento di raccoglimento per ricordare Sergio Cantarella, presidentissimo del G.S. Castellania di Gozzano, nonché storico membro del direttivo Gamba d’Oro, mancato lo scorso lunedì 10 dopo una lunga malattia.

Alle 19:28 è stato dato il via alla gara. Classica bagarre nei primi metri, abbastanza tortuosi, con passaggi su strade strette e all’interno di cortili privati prima di una secca impennata nel sottobosco che ha portato a sbucare sull’asfalto alla sommità del colle del Colombaro, terra del grande Lino Fornara. Qui, a pochi metri dalla casa in cui viveva, era collocato un traguardo volante “in stile ciclistico”, il Gran Premio della Montagna.

Lasciato l’asfalto si proseguiva in campagna, prima su fondo erboso e poi di nuovo bosco su una successione di dossi che i motocrossisti chiamerebbero wave ma che altro non sono che la testimonianza di quando quei terreni erano coltivati a vite. Il terzo chilometro è poi iniziato con una lunga discesa acciottolata in direzione Carlottina, salvo poi svoltare prima di raggiungere l’abitato per un nuovo strappo in salita che ha riportato in collina per proseguire verso nord, tornare in frazione Colombaro e ridiscendere verso Santo Stefano, ripercorrendo in buona parte il tracciato già seguito all’inizio per giungere al traguardo sotto al gonfiabile posto di fronte alla chiesa.

Attimi di spavento, come sempre accade in questi casi, quando in coda al gruppo qualche podista è incappato nella puntura di calabroni disturbati dal passaggio della corsa. Conoscendo i problemi che ne possono conseguire, specialmente durante un’attività fisica che stimola la circolazione sanguigna, auguriamo a tutti il meglio.

Nonostante questo imprevisto, il nostro plauso va all’organizzazione che, come sempre, cura tutto nei minimi dettagli: percorso ben segnalato e presidiato, illuminazione artificiale con fari e generatori nei tratti di bosco più bui, speaker, riconoscimento a tutti i partecipanti e ricco ristoro finale.

Un dolce commiato, quindi, alla stagione delle serali che sta per finire ma che già fa attendere con trepidazione che incominci la prossima!

Ordine di arrivo giro lungo – 6 km

Uomini
1° Marco Gattoni
2° Salah Ouyat
3° Claudio Guglielmetti
4° Nicolò Fontana
5° Giuseppe Abbatecola
Donne
1° Chiara Schiavon
2° Monica Moia
3° Gabriella Gallo
4° Virginia Bacchetta
5° Giulia Guglielmetti

Traguardo volante Gran Premio della Montagna

Uomini
Francesco Guglielmetti
Donne
Chiara Schiavon

Foto dell’evento: (in fase di caricamento)
Stravarganbas
SD Novarese

Vota o commenta l’articolo, per noi è importante avere il parere dei runner:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here