È ormai ai nastri di partenza la quarantatreesima edizione della Gamba d’Oro, che dalla primavera all’autunno vedrà centinaia di podisti attraversare in lungo e in largo la provincia di Novara, con qualche puntata anche “oltre confine”, per prendere parte alle 54 prove in calendario.
Ogni anno sono tantissime le persone che scelgono di iniziare a correre e, specialmente per chi risiede nella zona, è impossibile resistere alla tentazione di provare a cimentarsi in una prova della Gamba d’Oro. Se ne fa un gran parlare, ma spesso è difficile trovare informazioni che vadano oltre a regolamenti e brevi cronache post gara.
Noi di Run Fast abbiamo dunque pensato di offrirvi una sorta di guida (perdonerete la lunghezza, ma abbiamo voluto raccontare tutto quanto abbiamo imparato nel tempo) che, speriamo, possa esservi utile ad affrontare al meglio la stagione che sta per iniziare, perlomeno dal punto di vista “burocratico”. Perchè gambe, cuore e polmoni… dovete metterceli voi!

Cos’è la Gamba d’Oro?
La Gamba d’Oro è una rassegna di camminate non competitive nata nel 1976, il cui coordinamento è gestito da un Comitato Direttivo, che si occupa di definire un regolamento generale, stilare il calendario e di consegnare, a fine stagione, i riconoscimenti ai podisti con più presenze.
Sono poi i singoli organizzatori ad occuparsi dell’allestimento delle varie prove e a loro ci si può rivolgere per avere informazioni più dettagliate a riguardo.
Per il 2018 il calendario si compone di 54 prove da marzo ad ottobre, con una pausa nel mese di agosto. Le corse si svolgono al mattino della domenica e dei giorni festivi su distanze tra i 10/12 km e, col sopraggiungere della primavera e dell’estate, anche nelle sere del mercoledì e venerdì con chilometraggio ridotto a circa 6/7 km. Per bambini, anziani o podisti alle prime armi è comunque sempre previsto anche un minigiro di lunghezza intorno ai 2 km, che prende il via circa 5 minuti dopo la partenza del giro lungo.

Chi può partecipare alla Gamba d’Oro?
Essendo camminate non competitive, possono prendervi parte tutti liberamente: runner più o meno esperti ma anche semplici camminatori.
Sebbene non espressamente richiesto, qualunque siano le vostre ambizioni, il nostro consiglio è quello di eseguire in ogni caso una visita dal medico sportivo che certifichi la vostra idoneità alla pratica della corsa: il running è uno sport semplice ma molto impegnativo dal punto di vista fisico, per cui è bene avere da subito coscienza di eventuali limiti che il nostro corpo potrebbe imporci durante l’attività.
Alla Gamba d’Oro possono partecipare anche i cani, purchè tenuti al guinzaglio. Ci permettiamo comunque di ricordare che in una corsa, specialmente nelle fasi di partenza, ci sarà molto affollamento per cui, se accompagnati da un amico a quattro zampe, per rispetto suo, è opportuno partire ai margini del gruppo, onde evitare di spaventarlo o di creare intralcio nella massa compatta dei podisti.

Come si partecipa alla Gamba d’Oro?
Prima della partenza di una corsa è possibile iscriversi versando la quota di 2€. In cambio si riceve un cartellino, dove viene indicato il proprio nome e cognome, anno di nascita ed eventuale società di appartenenza, da riconsegnare al tavolo dell’arrivo.
Data la quota di iscrizione estremamente contenuta, forse la più bassa d’Italia, non è generalmente previsto alcun pacco gara, ma con l’iscrizione viene offerto solo il ristoro finale, più eventualmente uno intermedio nelle corse più lunghe, oltre all’assistenza sanitaria durante e al termine della manifestazione.
Alle varie prove ci si può iscrivere come “singoli”, come abbiamo fatto noi quando eravamo alle prime esperienze, oppure tesserarsi per un gruppo.

Cosa sono i gruppi della Gamba d’Oro?
I gruppi che partecipano alla Gamba d’Oro sono paragonabili a delle squadre alle quali i podisti possono aderire, secondo le modalità che ciascun gruppo definisce. Una volta tesserati, all’atto dell’iscrizione ad una corsa della Gamba d’Oro, ci si rivolgerà direttamente ai rappresentanti del proprio gruppo e non più al banco delle iscrizioni per singoli.
A tutti consigliamo di entrare a far parte di un gruppo. Anzitutto aiuta a conoscere nuovi amici, ad ottenere nuovi stimoli difendendo i colori della propria squadra durante le corse ed a ricevere consigli per la propria attività podistica grazie ai capigruppo, veri e propri punti di riferimento, ed ai runner più esperti che andrete a conoscere.
Per decidere a quale gruppo associarsi non c’è una logica: c’è chi segue il consiglio di un amico, chi sceglie quello della sua città di residenza, chi vuole far parte di un gruppo “storico” o sceglie di sposare la causa di uno appena nato, oppure quello con la divisa dei suoi colori preferiti… massima libertà, insomma.
Va poi tenuto conto che alcuni gruppi sono associati alla FIDAL (Federazione Italiana Di Atletica Leggera), quindi possono aiutarvi nel tesseramento federale qualora, oltre all’attività amatoriale della Gamba d’Oro, vogliate cimentarvi in gare agonistiche più impegnative.

Cos’è il tesseramento per la Gamba d’Oro?
Ad inizio stagione, tramite il proprio gruppo, è possibile richiedere il tesseramento alla Gamba d’Oro al costo di 5€. Questo dà diritto a ricevere i premi previsti per i singoli podisti messi in palio durante la stagione.

Quali premi ci sono in palio alla Gamba d’Oro?
All’arrivo di una corsa, ad ogni partecipante viene comunicato il proprio piazzamento, che non dà diritto ad alcun premio. Dopotutto, lo ripetiamo, sono corse non competitive. Solo ai ragazzi e bambini del minigiro vengono assegnati dei riconoscimenti, in base al regolamento generale della Gamba d’Oro.
Vengono invece stilate due graduatorie per i gruppi, in base al numero di podisti iscritti e di arrivati indipendentemente dai loro piazzamenti, per l’assegnazione di premi in natura o prodotti alimentari, che i gruppi solitamente dividono poi tra i propri membri o mettono in palio durante una lotteria di fine anno. Anche qui saranno i capigruppo a spiegarvi il regolamento interno che intendono seguire.
Per i singoli, ad ogni prova della Gamba d’Oro, l’organizzatore mette comunque in palio 13 premi, uguali tra loro, che vengono assegnati a sorteggio ad altrettanti podisti tesserati alla Gamba d’Oro, i quali poi non potranno più essere sorteggiati nella stagione in corso.
Al termine della stagione, per i podisti tesserati che abbiano partecipato ad un certo numero di prove definito dal regolamento (33 prove entro settembre per gli adulti, 23 prove per ragazzi nati nel 2004 e successivi) è previsto un premio finale, anche questo uguale per tutti e non determinato dai piazzamenti riportati.
Non è comunque infrequente che i singoli organizzatori mettano in palio ulteriori premi a sorteggio in natura o riconoscimenti, oltre a quelli previsti dal regolamento, per stimolare la partecipazione mantenendo però lo spirito non competitivo che è la chiave del duraturo successo della Gamba d’Oro.

Bene… pensiamo di aver detto tutto e speriamo queste informazioni possano farvi da guida per entrare a far parte del grande mondo della Gamba d’Oro, o più semplicemente a farvelo conoscere al meglio. Inutile dire che restiamo a disposizione per correggere eventuali refusi, integrare quanto esposto o rispondere alle domande che ci farete e fornire i consigli che ci chiederete, per quanto nelle nostre corde.
Nelle prossime settimane andremo a presentare ogni singola gara, sulla base delle esperienze che abbiamo avuto partecipandovi in passato, in modo da farvi arrivare preparati ad ogni appuntamento.
Ora non resta che allacciarvi le scarpe e partire! Continuate a seguirci!

Potete scaricare e visionare il libretto digitale della Gamba d’Oro, cliccando qui