Martedì 21 maggio il Gran Prix Novara 2019 è giunto al giro di boa con la tappa numero 6 andata in scena alla parrocchia Sacra Famiglia del Villaggio Dalmazia.

Il Villaggio Dalmazia è un complesso di alloggi, oggi totalmente integrato nel tessuto urbano, edificato negli anni ’50 nella periferia a sud della città per accogliere i profughi italiani arrivati a Novara dall’Istria e dalla Dalmazia per sfuggire al regime del dittatore jugoslavo Tito. Tra loro c’era anche Giovanni “Nini” Udovicich diventato, con 516 presenze in diciannove stagioni, “la” bandiera del Novara Calcio.

La corsa, partita alle ore 20:00, si è subito diretta verso sud per poi svoltare a destra e procedere a fianco del seminario vescovile e della tangenziale di Novara, con un breve tratto fangoso seguito da uno sterrato in ottime condizioni. Rientrando verso sinistra si è arrivati ad attraversare il Torrion Quartara per poi tornare verso nord su un lungo rettilineo con vista sulla cupola di San Gaudenzio. Ultimo chilometro con il giro del Villaggio Dalmazia ed arrivo sotto il gonfiabile alle spalle della chiesa.

Come già la scorsa settimana, anche in questa occasione il vento ha condizionato la prestazione dei podisti, specialmente nella parte iniziale in cui spirava in senso contrario.

Il prossimo appuntamento con il Gran Prix Podistico Novara è per martedì 28 maggio presso la concessionaria Totauto in via Delleani nel quartiere di sant’Agabio.

Ordine di arrivo – 6,0 km
Uomini
1° Alessandro Bossi
2° Christian Mattachini
3° Andrea Brumana
4° Giuseppe Amato
5° Fabio Turchetta

Donne
1° Monica Moia
2° Mara Dellavecchia
3° Aurora Bianchi
4° Barbara Pollastro
5° Alessia Cocca

Ordine di arrivo completo:
Corrinovara

Foto dell’evento:
Antonini Foto

Vota o commenta l’articolo, per noi è importante avere il parere dei runner: