Pella-Orta 2019 (classifica e foto)

Sono in tanti a definirla “la mia gara preferita” e, sicuramente da ieri saranno ancora di più. La Pella-Orta di domenica 10 novembre, giunta all’edizione numero 11, ha infatti sempre qualcosa di magico.

I 14,3 km da percorrere sono una distanza ideale, intermedia tra i 10 chilometri e la mezza maratona, che consente a tutti di potersi approcciare con relativa facilità, senza allenamenti troppo stressanti. Correre in riva al lago è poi il modo migliore per rilassare la mente durante la corsa, senza l’ossessione di guardare continuamente al cronometro.

Il percorso rende, oltretutto, impossibile mantenere una media costante per tutta la gara. Partiti da Pella, dopo il primo tratto su pavè e asfalto in direzione San Maurizio d’Opaglio, si svolta per scendere a Lagna e proseguire su sentiero sterrato a pochi metri dal lago fino ad arrivare, con alcuni saliscendi, al lido di Gozzano. Qui, praticamente a metà percorso, la strada si impenna per 600 metri con un’impegnativa salita che taglia le gambe a chi è partito a passo troppo spedito. La successiva discesa permette di recuperare un po’ di fiato e riprendere a far girare le gambe in vista dell’ultima salita di Imolo, che anticipa la discesa in picchiata per il tratto finale nei vicoli di Orta. L’arrivo è in piazza Motta, esattamente di fronte all’omonima di Pella da cui si era partiti.

La bella giornata di sole ha favorito la presenza di tanti runner, 843 al traguardo, segnando un notevole incremento rispetto alla scorsa edizione.

Ordine di arrivo – 14,3 km
Uomini
1° Vasyl Matviychuk
2° Salah Ouyat
3° Marco Gattoni
4° Said Hachchach
5° Marco Bellucco

Donne
1° Francesca Durante
2° Melissa Ragonesi
3° Claudia Guiotto
4° Federica Cerutti
5° Chiara Schiavon

Foto dell’evento
Sto correndo e rincorrendo

Vota o commenta l’articolo, per noi è importante avere il parere dei runner: