Siamo arrivati alla settima versione della mia scarpa da trail preferita del brand Nike.

La Nike Air Zoom Terra Kiger 7 è il modello perfetto per chi ama scarpe leggere, veloci, traspiranti e stabili anche su percorsi rocciosi. Andiamo ad analizzarla nello specifico.

Air Zoom Terra Kiger 7 caratteristiche

La Terra Kiger 7 è una scarpa da trail che con il suo drop di soli 4 mm (10,5 mm avampiede e 14,5 mm tallone) e 290 gr di peso nella taglia 44, è pronta a dare il massimo lungo i sentieri tecnici e veloci, ma non ama le lunghe distanze.

Il terreno da gioco migliore di questa scarpa corrisponde, appunto, a gare da trail brevi, magari fangose, dove le sue doti da “prima della classe” riescono a fare la differenza. Sul trail lungo vede il suo limite, dettato principalmente dalla poca ammortizzazione dell’intersuola, che potrebbe creare fastidio ai tuoi piedi.

Suola

La suola è la vera novità rispetto alla versione precedente. È composta da alette a trazione multidirezionale con diversa distribuzione, angolazione e spessore e sono posizionate tra la parte anteriore dell’avampiede e la zona tallonare. Ti garantisce spinta quando affronti una salita ed un notevole grip sulle discese più ripide.

La zona dell’avampiede “maggiorata” aumenta la superficie di contatto a terra riducendo così la torsione del piede e limitando lo sprofondamento sui terreni morbidi.

L’intersuola è composta interamente dalla famosa schiuma REACT dove sono stati annegati i pod di aria pressurizzata Air Zoom che si occupano della propulsione e del ritorno di energia. Nella zona mediana della suola è stato inserito un supporto più rigido “antiroccia” che protegge la pianta del piede da urti involontari contro pietre o radici.

Tomaia

La tomaia è il punto forte della scarpa: avvolgente, comoda, ben progettata e totalmente in mesh sintetico.

È traforata nella zona dell’avampiede e dispone di un rinforzo sul puntale (di colore azzurro). La zona tallonare, anch’essa rinforzata, mantiene stabile il tallone evitando torsioni involontarie e, mediante un occhiello, facilita la calzata.

La linguetta è un tutt’uno con il resto della tomaia, con effetto “mini-ghetta” protegge il piede dall’intrusione di sabbia o sassi. L’allacciatura è la classica, sempre comoda e con occhielli rinforzati molto scorrevoli, che rendono facilissima l’operazione metti-togli della scarpa.

Nike Air Zoom Terra Kiger 7 opinioni

Personalmente la ritengo la migliore scarpa da trail running di Nike per affrontare allenamenti e gare di brevi distanze. Permette di forzare il ritmo sia in salita che discesa, senza rischiare scivoloni ed evitando di “trascinarsi” ai piedi scarpe ultra ammortizzate da 350 gr.

Se stai cercando una scarpa per correre una gara veloce di trail running tra i 5 km e 15 km, la Terra Kiger 7 fa per te! Ma attenzione, richiede un piede ben allenato ed un’abitudine a scarpe di questa tipologia, secche e reattive, altrimenti ti lamenterai del fastidio ai piedi e della scarsa ammortizzazione.

Se hai trovato utili le informazioni faccelo sapere nei commenti, sulla nostra pagina Facebook – profilo Instagram o semplicemente condividendo le informazioni con i tuoi amici runner. Alla prossima corsa!

Cristiano Rizzi
Da sempre sportivo ed amante della fatica, appassionato nell’incrociare le metodologie di allenamento derivanti dal functional, ciclismo e running. Lift hard & run fast il suo motto, che definisce la sua idea di atleta completo a 360°, eccellente in niente, ma performante in tutto. Brand ambassador Mister Running e Nike Running.

2 COMMENTI

  1. Il modello precedente sono tra le migliori scarpe da trail mai avute…sono curioso di provare il nuovo modello, che penso sia simile al precedente. Per la distanza sono arrivato fino a 50km con il modello precedente e penso che anche questo possa fare lo stesso ma anche di più.

    • Ciao Marco, le scarpe sono sono molto simili al modello precedente. L’unica differenza è che le Nike Terra Kiger 6 avevano un’unità di ammortizzazione solo nel tallone. Le nuove Kiger 7 ce l’hanno anche nell’avampiede, quindi ti garantiranno più di reattività nella fase di spinta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome